Servizio Civile Nazionale: grazie ragazze!

Home / News / Servizio Civile Nazionale: grazie ragazze!

Intendere il Servizio Civile come un tempo per scoprire, per crescere, per conoscersi. Sono condensati in questi tre verbi i dodici mesi di impegno – appena conclusi – di Eleonora, Lucia, Giulia, Maria Pia. Quattro ragazze che hanno messo a frutto, giorno dopo giorno, quell’opportunità che avevano colto decidendo di puntare sulla KIM.

Si sono imbattute in storie dal volto di bambino, in altre con i segni della preoccupazione di madre e sempre hanno saputo come rispondere. Si sono fatte loro stesse parte di quelle storie. Hanno capito che credere nell’altro avrebbe portato cose buone. Lo hanno fatto innanzi tutto tra loro, sostenendosi a vicenda e scoprendosi amiche in modo naturale e ovvio, per chi ha come fine il bene dell’altro. Lo hanno dimostrato nella quotidianità qualunque fosse il tipo di lavoro da svolgere. Il sorriso le ha caratterizzate e quando si sorride tutto è più semplice. La relazione vissuta in profondità fatta di ascolto e di risposte; il confronto con l’equipe e tra di loro per mettere a fuoco strategie e modalità; la passione che nasce da un cuore attento dove il bene si alimenta; il dubbio di chi si pone domande perché vuole sempre scoprire come migliorarsi.

Le nostre ragazze alla fine del loro servizio ci hanno salutato con la consapevolezza di conoscersi meglio. Sapranno così spendere bene e in modo consapevole i loro talenti sulle strade che intenderanno percorrere. A loro va il nostro grazie per la presenza, rassicurante e positiva e per essersi messe al servizio di ogni bisogno con naturalezza e professionalità.

Corrado Roda,  operatore nel Centro d’Accoglienza e riferimento responsabile interno per questa edizione del Servizio Civile.

…le nostre ragazze, alla fine del loro servizio, ci hanno anche regalato una serie di riflessioni e testimonianze scritte. E noi abbiamo deciso di regalarle a voi. Leggetele, in queste settimane, fra le “storie” dal nostro sito.

A partire, oggi, da quella di Giulia.