Visione e Missione

Visione

“Una società che sia in grado di fare pienamente giustizia per i bambini malati e per le loro famiglie.
Che renda concreto, inalienabile e permanente il loro diritto alla salute, anche al di fuori dal loro territorio/Paese d’origine, e che li assista insieme alle loro famiglie, nelle situazioni di emergenza. Una società, infine, che metta al centro la dignità di ogni individuo e che rispetti e valorizzi le caratteristiche di ciascuno”.


Missione

“L’Associazione Kim Onlus afferma con forza il diritto alla salute di tutti i minori gravemente malati:
• accogliendoli nel proprio Centro da ogni parte del mondo, da Paesi che non hanno strutture adeguate per curarli e dall’Italia, se vivono in situazioni di disagio
• sensibilizzando l’opinione pubblica e l’intera comunità, facendosi responsabile nel promuovere il diritto all’accesso di cure sanitarie per tutti i minori, indipendentemente dal loro stato sociale.
L’Associazione si attiva per ottenere la loro ospedalizzazione a Roma, raccogliendo le richieste di intervento direttamente dai luoghi di origine e garantendo una presa in carico completa del minore e del genitore, avendo piena cura nella gestione degli aspetti burocratici, per le spese di viaggio e per la documentazione sanitaria necessaria pre e post ospedalizzazione. Ove necessario e possibile assicura la copertura economica delle cure ospedaliere.
L’Associazione sostiene il minore ed il genitore anche affettivamente e psicologicamente: il Centro garantisce l’accoglienza e la prossimità concreta alla persona per l’intero periodo terapeutico, in quanto elementi fondanti per l’efficacia della cura.
L’Associazione promuove l’impegno volontario a favore di italiani e non, le cui condizioni di vita possono costituire rischi di devianza; forma il Volontario basandosi su un approccio professionale; si propone come luogo di integrazione etnica e interculturale con particolare attenzione all’accettazione della diversità ed è luogo di servizio per giovani, attuando il programma del Servizio Civile Volontario. Essa è anche luogo d’incontro fra generazioni.


Con il suo impegno, l’Associazione KIM fa suoi:

L’Art.22 della Dichiarazione universale dei diritti umani: “Ogni individuo, in quanto membro della società, ha diritto alla sicurezza sociale, nonché alla realizzazione attraverso lo sforzo nazionale e la cooperazione internazionale ed in rapporto con l’organizzazione e le risorse di ogni Stato, dei diritti economici, sociali e culturali indispensabili alla sua dignità ed al libero sviluppo della sua personalità.”

L’Art.3 della Costituzione italiana: “Tutti i cittadini hanno pari dignità sociale e sono eguali davanti alla legge, senza distinzione di sesso, di razza, di lingua, di religione, di opinioni politiche, di condizioni personali e sociali”.

La definizione di diritto alla salute, dalla Conferenza Internazionale della Sanità (New York, 1946): “uno stato di completo benessere fisico, mentale e sociale che non consiste soltanto nell’assenza di malattie o infermità. Il possesso del migliore stato di sanità che si possa raggiungere costituisce un diritto fondamentale di ciascun essere umano, qualunque sia la sua razza, la sua religione, le sue opinioni politiche, la sua condizione economica e sociale. I Governi hanno la responsabilità della sanità dei loro popoli; essi per farvi parte devono prendere le misure sanitarie e sociali appropriate.”